ReAd files Newsletter

Un campanello d’allarme per la diagnosi

Una prima stima della reale prevalenza nei pazienti con patologie indicative di HIV è emersa dal recente studio HIV sCreening tEsts Beyond the taRGet (ICEBERG), che ha previsto l’offerta del test per HIV (e l’inizio della ART in caso di HIV-positività) nei pazienti ricoverati in diverse unità operative della ASST Santi Paolo e Carlo (vedi tabella). I risultati preliminari presentati ad ICAR 2019 hanno confermato la necessità di eseguire il test per HIV in pazienti afferenti alle strutture di cura e con patologie suggestive di possibile infezione da HIV. Un primo passo importante verso l’emersione del sommerso è stato intrapreso dal gruppo HIV in Europe, che ha identificato diverse categorie di patologie correlabili alla presenza di HIV, veri e propri “campanelli d’allarme”, in cui HIV ha una prevalenza superiore allo 0.1% (che è la prevalenza in Europa occidentale).