Fondata da Mauro Moroni

Trimestrale di aggiornamento medico
cerca

Leggi ReAd files

· Anno 2015 ·

ReAd files N. 4 - 2015

Terapie in evoluzione

Questo ultimo numero del 2015 di ReAd Files affronta in modo articolato il tema dell’aggiornamento dell’armamentario terapeutico per il controllo a lungo termine della infezione da HIV. Nei percorsi ragionati vengono riportati i risultati ottenuti finora da alcuni dei farmaci più innovativi, punto di arrivo della ricerca per quanto riguarda le due classi di farmaci più comuni negli schemi di terapia di questi ultimi anni, NRTI e NNRTI, per eliminarne da un lato vecchi difetti (da tenofovir a TAF) ed aumentarne dall’altro (con doravirina) le potenzialità di utilizzo. Di notevole interesse è la rivoluzionaria e coraggiosa sfida dei farmaci long-acting; in questo scenario si affacciano anche nuove ed innovative classi di antiretrovirali (inibitori della maturazione e dell’attachment), attesi da tempo e da mettere alla prova nella pratica clinica. In campo epatiti, vengono affrontate alcune tematiche di ampio respiro clinico (come la gestione dei soggetti migranti con epatite, i test rapidi per la diagnosi di HIV e i nuovi obiettivi terapeutici nell’epatite B), insieme all’update sugli studi clinici in HCV dall’AASLD 2015.

Scarica il PDF

ReAd files N. 3 - 2015

La profilassi pre-esposizione: riflessioni a confronto

Nel 3 numero di Readfiles: il punto sulla strategia della profilassi pre-esposizione (PrEP), con una serie di articoli dedicati alla presentazione dei risultati degli studi clinici più importanti, all'analisi del razionale virologico e dell'impatto socioeconomico, al confronto tra schemi diversi di somministrazione dei farmaci. Nella sezione sulle epatiti, focus su alcuni topic clinici rilevanti come il link tra HCV e diabete, l'utilizzo di ribavirina in clinica, la gestione del paziente epatopatico nel follow-up.

Scarica il PDF

ReAd files N. 2 - 2015

La malattia cardiovascolare in HIV

Alla malattia cardiovascolare, tra le principali cause di incremento di morbilità e mortalità nella popolazione con HIV, descritta attraverso le multiformi manifestazioni cliniche (ipertensione, infarto, stenosi carotidea e trombosi venosa profonda) è dedicato l’ultimo numero di Read files. Malgrado il miglioramento della gestione clinica dei pazienti, si assiste oggi ad un aumento degli eventi cardiovascolari conseguente all’invecchiamento stesso della popolazione sieropositiva: anche in questo campo la ricerca italiana è protagonista, con una serie di prestigiose pubblicazioni su procedure diagnostiche, su correlati patogenetici e sul fronte interventistico. Sul versante epatiti, il focus di questo numero è sullo stato dell’arte dell’arsenale terapeutico anti HCV oggi disponibile e sui risultati ottenuti nelle epatopatie più avanzate, con i dati del più recente EASL di Vienna. Pubblichiamo un intervento di Luca Pani, direttore generale AIFA, sul percorso dell’Agenzia regolatoria nel processo decisionale ed autorizzativo dei nuovi DAA.

Scarica il PDF

ReAd files N. 1 - 2015

Il meglio della ricerca 2014 in HIV ed epatiti

Come ogni anno il primo numero di ReAd files è interamente dedicato alle migliori pubblicazioni degli ultimi dodici mesi in tema di HIV e virus epatitici. I lavori in campo HIV vertono su argomenti differenti ed estremamente specialistici, segno di come la Ricerca scientifica di valore sia costretta ad operare su temi alquanto impegnativi e attraverso metodiche particolarmente sofisticate: strategie di tipo immunologico per ottenere remissione ed eradicazione di HIV-1, ruolo dei marker solubili di infiammazione e coagulazione nella predizione degli eventi non AIDS-defining, dinamica di decay di HIV-1 DNA nel plasma, identificazione di specifici siti di integrazione di HIV associati all’espansione e alla persistenza delle cellule infettate e, infine, descrizione dei modelli filogenetici alla base di diffusione ed inizio dell’epidemia nell’uomo. Nel campo delle epatiti, la scelta è stata indirizzata ai lavori sull’epidemiologia e distribuzione globale dei genotipi di infezione da HCV, sul ruolo di degradazione specifica e non epatotossica del cccDNA dell’HBV e , sull’attivazione del sistema interferone negli epatociti HCV infetti, sul ruolo di microRNA122 nel pazienti CT/CC IFNL3 e nello sviluppo di fibrosi, sulla necessità di protezione ininterrotta del paziente trapianatato contro HBV. Il primo numero 2015 inaugura una nuova rubrica dedicata alla presentazione e ai risvolti nella pratica clinica infettivologica dei risultati dei più significativi studi clinici condotti nei pazienti con HIV e, infine, presenta i dati presentati al CROI di Seattle dai ricercatori ICONA, insieme ad un approfodnimento sul valore della coorte HepalICONA. Come congress report viene presentato il Workshop “Innovation in HIV and Viral Hepatitis” dedicato alle nuove strategie di cura.

Scarica il PDF

Richiedi gratuitamente la Rivista e la Newsletter
Contatta la redazione
×