Fondata da Mauro Moroni

Trimestrale di aggiornamento medico
cerca

Leggi ReAd files

· Anno 2016 ·

ReAd files N. 4 - 2016

La gestione clinica del paziente: dove si può ancora migliorare

Il 2016 di ReAd files si chiude affrontando un argomento rispetto al quale si è ultimamente registrato un rinnovato interesse: la vaccinazione anti-HIV. L’andamento dell’epidemiologia mondiale suggerisce che, anche nei paesi industrializzati, il trattamento antiretrovirale (TasP) non sia sufficiente ad arrestare il crescente numero di nuovi casi di infezione. La vaccinazione terapeutica, unita a una efficace terapia antiretrovirale, è infatti indispensabile per ottenere un miglior controllo della replicazione virale all’interno dei reservoir. Fondamentale resta anche il ruolo della terapia universale come strategia più efficace nella prospettiva di eradicazione del virus. In questo numero, inoltre, trova spazio l’interessante contributo dedicato alla nuova strategia di cura funzionale denominata “Kick and Kill”. Nella sezione Virus epatitici, il focus si concentra sui dati provenienti dall’ultimo Congresso AASLD sul ruolo dei nuovi farmaci DAA contro l’infezione da HCV per tutti i differenti genotipi. In attesa del loro ingresso nel prontuario nazionale, vi presentiamo un interessante vademecum sulle formule terapeutiche attualmente e prossimamente disponibili in Italia. Gli altri articoli riguardano lo sviluppo e la regressione della cirrosi, il potenziale della terapia con statine nella malattia epatica, virale e non e le correlazioni tra infezione da virus dell’epatite C e consumo di alcol.

Scarica il PDF

ReAd files N. 3 - 2016

HIV tra criticità e innovazione. "Meraviglie" e restrizioni per il paziente con HCV

In campo HIV, questo numero della rivista spazia da argomenti critici, come l’allarme epidemico tra i tossicodipendenti in Europa dell’Est e la necessità di un modello di intervento di successo, a dati consolidati, come le conferme sul beneficio dell’inizio precoce della terapia antiretrovirale, non limitato esclusivamente alla progressione della malattia da HIV, ma esteso ad altri aspetti importanti come la riduzione della curva dell’epidemia. Una review sulle caratteristiche peculiari della donna che rendono necessaria la messa a punto di schemi di terapia personalizzati sulle sue caratteristiche ed esigenze. Proiettata verso il futuro è la presentazione di CRISPR/Cas9, una delle strategie più promettenti nel campo dell’editing genetico di cellule bersaglio di HIV liberate dal virus integrato e non ricettive. Sul fronte dei trial, l’intensificazione con MVC sembra offrire qualche speranza per il management dei disturbi neurocognitivi. In tema di infezioni epatitiche, presentiamo, dopo una puntualizzazione aggiornata sulle indicazioni alla riduzione della terapia ad 8 settimane, una disamina dei tentativi terapeutici che hanno portato al successo virologico e quindi clinico nelle sindromi crioglobulinemiche trattate con le combinazioni di DAA IFN-free, un contributo sull’associazione tra HCV e danno renale, con indicazioni sulla gestione delle interazioni in questi pazienti ed una review sul ruolo di HCV nelle manifestazioni neuropsichiatriche. Accanto ai successi della gestione clinica, una puntuale e lucida analisi chiarisce gli ostacoli che il paziente italiano con HCV incontra nel suo percorso verso l’accesso ai farmaci.

Scarica il PDF

ReAd files N. 2 - 2016

Un percorso ragionato nella ricerca e nella clinica di HIV ed infezioni epatitiche

In apertura del secondo numero di ReAd files, viene proposto un editoriale che fa il punto su un tema particolarmente attuale come quello riguardante costo-efficacia, sostenibilità della spesa ed equità di accesso ai nuovi farmaci anti-HCV. Sul versante HIV i percorsi ragionati affrontano i filoni tematici (early treatment, ricerca di base, percorsi verso la cura di HIV, HIV/AIDS in paesi a basse risorse) con contributi su epidemiologia delle resistenze nei paesi industrializzati vs. paesi a basse risorse, ruolo del linfonodo nella cura di HIV, interazioni virus-microambiente nella patogenesi dei tumori HIV-correlati e “responsabilità” dell’inizio precoce della terapia ARV. Sul fronte epatiti, gli articoli fanno il punto sugli aspetti etici relativi alle nuove terapie anti-HCV e sulla terapia della cirrosi epatica scompensata. Vengono messe in evidenza luci ed ombre sull’elastografia epatica ed è analizzata la tematica relativa all’utilizzo dei nuovi farmaci DAA nella prevenzione della trasmissione neonatale dell’HCV. Nella rubrica aperta ai lettori “L’esperto risponde in HIV” vengono approfonditi alcuni quesiti in tema di terapia precoce e strategie INI-based, resistenze ai nuovi farmaci long-acting e marcatori di immunoattivazione per l’IRIS. Infine, un dettagliato report sul Congresso ICAR fa emergere gli importanti risultati raggiunti in questi anni dai ricercatori italiani che hanno permesso di portare il nostro paese molto vicino agli obiettivi 90-90-90 indicati dalla WHO.

Scarica il PDF

ReAd files N. 1 - 2016

Il meglio della letteratura 2015 in HIV ed Epatiti

Tradizionalmente dedicato alla presentazione dei principali articoli della letteratura 2015 in HIV ed epatiti, il primo numero 2016, rinnovato nella sua veste grafica, anticipa la nuova linea editoriale che per HIV sarà legata ad alcune delle tematiche oggi più attuali: HIV/AIDS nei Paesi a risorse limitate, Ricerca di base, Early treatment e Percorsi verso la cura definitiva di HIV. In questo primo fascicolo, infatti, gli argomenti spaziano dall’offerta dei test nei Paesi dell’Africa subsahariana al beneficio clinico dell’inizio precoce della terapia anti-HIV negli studi INSIGHT START e TEMPRANO, oltre alle nuove terapie long-acting e alla descrizione del meccanismo d’azione di SERINC5, fattore intrinseco di resistenza alle infezioni da retrovirus. In tema di epatiti, la linea editoriale ha un taglio più informativo e pratico a partire dai commenti alla letteratura 2015 che comprendono lavori epidemiologici e aggiornamenti di pratica clinica su HCV, HBV, HEV e sulla steatoepatite non alcolica. Trovano spazio nel primo numero anche un update sui dati di real life dalla Coorte ICONA ed HepaICONA e il commento al sottostudio NEAT 001 sull’impatto a livello osseo. Per favorire il contatto diretto con il Comitato di Redazione su HIV, dai prossimi numeri la nuova rubrica “La Redazione risponde” cercherà di soddisfare le richieste di approfondimento da parte dei lettori.

Scarica il PDF

Richiedi gratuitamente la Rivista e la Newsletter
Contatta la redazione
×