Fondata da Mauro Moroni

Trimestrale di aggiornamento medico
cerca
N. 2 - 2019

Scarica il PDF

Contatta la redazione

In questo numero di ReAd files

N.2 2019
Editoriale

Terapia genica: una realtà clinica per la cura dei disordini ereditari e non solo

Daniela Cesana, Milano

Dal razionale ai fattori che ne determinano il successo, dalla scelta dei vettori ai primi studi per la cura delle malattie geniche rare, alle più recenti applicazioni: focus sui risultati ottenuti dall’utilizzo dell’ingegnerizzazione delle cellule T per contrastare HIV.

N.2 2018
Percorsi clinici

Il long-acting come strategia terapeutica in HIV

Giovanni Di Perri, Torino

Oggi nuove soluzioni terapeutiche garantiscono una virosoppressione prolungata con il vantaggio di una aderenza mensile o oltre: dalla sperimentazione clinica alle potenzialità della terapia iniettabile LA, che partecipa all’innovazione farmacologica della dual therapy, ai vantaggi per il paziente.

N.2 2019
Percorsi clinici

Gli inibitori di pompa protonica: maneggiare con cura nei pazienti epatopatici

Silvia Nardelli, Roma

Per l’aumento della mortalità nei pazienti cirrotici in terapia con IPP, correlato ad un maggior rischio infettivo e ad una maggiore incidenza di encefalopatia epatica, è compito del clinico monitorare il loro utilizzo nei pazienti epatopatici, riservandolo solo ai casi realmente necessari.

N.2 2019
Percorsi clinici

Globalizzazione e flussi migratori: impatto sull’epidemiologia delle resistenze

Giancarlo Ceccarelli, Roma

La circolazione globale di beni e persone, unita a crescita demografica e urbanizzazione, ha favorito il contatto tra ecologie di paesi lontani e l’uso indiscriminato di antibiotici in medicina, zootecnia e agricoltura ha promosso la circolazione di specie microbiche resistenti.

Richiedi gratuitamente la Rivista e la Newsletter

news

Quaderno

Il backbone: la solidità della storia come promessa per il futuro

Leggi il Quaderno


Quaderno

La gestione dell’epatite C - stato dell’arte 2018

Leggi il Quaderno


Corso FAD

La gestione dell’infezione da HCV nel consumatore di sostanze

Vai alla FAD

   
×