ReAd files - Trimestrale di aggiornamento medico - Fondata da Mauro Moroni
cerca
N. 3 - 2022
ReAd files - N. 3 - 2022
Scarica il PDF
Contatta la redazione Contatta la redazione
Scopri di più sulle iniziative Associazione NADIR Onlus

In questo numero:

Editoriale

PLWH: no one should be left behind

Adriano Lazzarin

All'inizio di questa epoca di cambiamenti in ambito terapeutico, va fatta una riflessione sulle opportunità offerte dallo switch alle strategie più innovative. Le nuove terapie vanno scelte sulla base di una valutazione a 360 gradi degli outcome clinici: efficacia, tollerabilità, convenience e qualità della vita

Editoriale

Appropriatezza e modelli logistico-organizzativi per la gestione dei farmaci long acting

Giuliano Rizzardini

La disponibilità in clinica dei primi antiretrovirali long acting è sicuramente un breakthrough nel trattamento delle persone con HIV/AIDS: oltre a comportare evidenti vantaggi su stigma e aderenza, i nuovi farmaci richiedono però anche nuovi modelli di comunicazione medico-paziente e protocolli logistici aggiornati

Clinica

Il test di resistenza genotipica di HIV adattato alle nuove esigenze cliniche

Maria Santoro

Nonostante il miglioramento della terapia antiretrovirale, il test di resistenza genotipica resta cruciale per la prevenzione e la gestione del fallimento della terapia. La condizione di mancata soppressione virologica può favorire l’emergenza di varianti farmacoresistenti con conseguente fallimento virologico. Oggi è possibile rilevare le varianti resistenti minoritarie prima dell'inizio della ART grazie all’utilizzo dell’NGS

Clinica

Infezione da SARS-CoV-2 nei bambini: focus su long COVID

Susanna Esposito, Giovanni Autore, Michela Deolmi

Con una prevalenza dal 4 al 66% nei pazienti pediatrici con pregressa infezione, il long COVID mostra una ampia variabilità clinica che limita la specificità diagnostica. L’approccio gestionale dovrebbe essere multidisciplinare in base alla sintomatologia riscontrata ed includere un adeguato supporto psicologico

Clinica

Clostridium innocuum: una tassonomia rassicurante a dispetto di un ruolo emergente in patologia

Silvia Di Bari,  Ambrogio Curtolo, Mario Venditti

Il ruolo di tale microrganismo in patologia resta ancora non del tutto conosciuto e richiede un approfondimento di studi: C. innocuum andrebbe possibilmente ricercato nelle forme di diarrea associata agli antibiotici non responsiva ai trattamenti con vancomicina e fidaxomicina, con forse una maggiore attenzione nelle forme che insorgono in pazienti con malattia infiammatoria intestinale

Breaking news

Epatite Delta: online il documento congiunto AISF-SIMIT

È stato appena pubblicato sul sito delle due Società scientifiche e contiene le indicazioni operative per la diagnosi e la gestione clinica del paziente affetto da Epatite Delta, la forma più aggressiva di epatite virale che rappresenta ancora un rilevante impegno medico e in ambito trapiantologico.

Minor durata della soppressione virologica, maggior rischio di fallimento con DTG/3TC?

La presenza della mutazione M184V, associata a resistenza a lamivudina (3TC) ed emtricitabina (FTC), non aumenta il rischio di rialzo viremico...

Online il nuovo Quaderno

Richiedi gratuitamente la Rivista e la Newsletter
Richiedi gratuitamente
la Rivista e la Newsletter
  Gilead GSK Janssen ViiV  
×