Fondata da Mauro Moroni

Trimestrale di aggiornamento medico
cerca

Lotta ad HIV: Bergamo aderisce al network Fast-Track Cities

Bergamo Fast Track City

Con una prevalenza di circa 300 persone infette per 100.000 abitanti, città e provincia bergamasche sono colpite dall’infezione da HIV quanto le altre città lombarde ed italiane. Il 18 marzo, alle ore 12, presso il Palazzo Frizzoni (Municipio), Sala Cavalli, la città firma la dichiarazione di Parigi, unendosi così alle altre metropoli del network Fast-Track Cities, schierate per raggiungere l’obiettivo UNAIDS 90-90-90 entro il 2030. Un intervento efficace a livello locale può impattare sullo sviluppo dell’epidemia ed una apertura sociale alle persone sieropositive le incentiva a richiedere l’accesso alle cure. Cure che in questi anni recenti non solo hanno aumentato l’aspettativa di vita delle PHLWA ma hanno reso possibile il messaggio U=U (Undetectable = Untrasmittable), secondo cui la paura, lo stigma, le discriminazioni, l’emarginazione devono essere archiviati come cose del passato.

N. 4 - 2018

Scarica il PDF

Contatta la redazione

In questo numero di ReAd files

N.4 2018
Percorsi clinici

La retention in care nella malattia da HIV

Enrico Girardi,, Milano

Come misurare la retention in care, le criticità della situazione italiana, gli interventi utili per migliorarla.

N.4 2018
Percorsi clinici

Gli anticorpi neutralizzanti in HIV: update dalla ricerca

Lucia Lopalco,, Milano

In grado di neutralizzare molti ceppi virali, sono strumenti molto attraenti per generare vaccini e terapie immunologiche e rappresentano una nuova frontiera sia per la prevenzione che per la terapia.

N.4 2018
Percorsi clinici

Il trapianto di organi solidi HCV positivi: prospettive e problematiche

Silvia Martini,, Torino

L’efficacia degli antivirali ha creato la possibilità di trapiantare organi, incluso il fegato, da individui HCV-infetti ad individui HCV-negativi, con guarigione dall’infezione in una elevata percentuale di pazienti.

N.4 2018
Percorsi clinici

L’infezione da Cytomegalovirus nel trapianto di fegato

Emanuele Nicastro, Francesca Musto, Bergamo

Profilassi e terapia preemptive con ganciclovir sono gli approcci preventivi per evitare la malattia conclamata e le complicanze correlate all’infezione da CMV nel trapianto di fegato.

Richiedi gratuitamente la Rivista e la Newsletter

news

Quaderno

Il backbone: la solidità della storia come promessa per il futuro

Leggi il Quaderno


Quaderno

La gestione dell’epatite C - stato dell’arte 2018

Leggi il Quaderno


Corso FAD

La gestione dell’infezione da HCV nel consumatore di sostanze

Vai alla FAD

   
×