Fondata da Mauro Moroni

Trimestrale di aggiornamento medico
cerca

Leggi ReAd files

· Anno 2018 ·

ReAd files N. 4 - 2018

Readfiles 4/2018 dedica l’apertura al contributo di Milano alla lotta all’AIDS: il capoluogo lombardo aderisce come prima città italiana all’iniziativa Fast Track Cities, con l’obiettivo di azzerare entro il 2030 le nuove infezioni di HIV, e inaugura il primo Checkpoint comunale, per effettuare il test gratuito per HIV. Primo piano anche su alcuni temi fondamentali (clinici e umani) nella lotta contro HIV, frutto della riflessione di M.Tavio e G.Silvestri sul drammatico fatto di cronaca di Ancona. Percorsi clinici in HIV: in ambito preventivo, strategie di eliminazione di HIV e PrEP, da gestire in modo collegiale da sanitari e Community, per poter incidere sulla salute sessuale delle persone. Approfondimento sulla necessità di interventi mirati alla collettività, per migliorare la retention in care in Italia. Nel setting delle comorbidità, l’analisi dei meccanismi alla base della interazione tra CMV e sistema immunitario negli HIV+ potrebbe comportare nuovi sviluppi terapeutici innovativi. In tema di resistenze, l’analisi della resistenza trasmessa agli ARV e della circolazione dei sottotipi di HIV in Italia sottolinea la centralità del test genotipico prima dell’inizio della ARV. In ambito di ricerca di base, vengono presentati i risultati più recenti sulla ricerca degli anticorpi neutralizzanti in HIV. Percorsi clinici in epatite dedicati alle epatiti virali, ma non solo. Gli argomenti di questo numero vanno dalle prospettive e problematiche del trapianto di organi solidi HCV positivi, al rischio nei trapianti di fegato rappresentato dal Cytomegalovirus come infezione opportunista, al nuovo scenario epidemiologico dell’epatite A in Italia, recentemente modificato dalle evidenze di trasmissione negli MSM, all’impegno dell’epatite virale in gravidanza, alle nuove problematiche cliniche emergenti nel paziente epatopatico, come la sarcopenia nei cirrotici e negli obesi.

Scarica il PDF

ReAd files N. 3 - 2018

È un focus sull’intrigante tema del complesso intreccio tumori-immunità-infezioni ad aprire il terzo numero di ReAd files, da cui emerge la necessità di comprendere meglio quali siano i meccanismi patogenetici delle possibili complicanze infettive che il blocco di alcuni passaggi della risposta immune mediante farmaci biologici comporta. A fronte di recenti segnalazioni di criticità nelle donne gravide conseguenti all’impiego di darunavir con cobicistat e di dolutegravir, la rivista accoglie un utile aggiornamento sul trattamento delle donne sieropositive in gravidanza. Di grande attualità il tema delle resistenze batteriche, con ricadute pratiche che questo problema ha sulla pianificazione degli interventi di salute pubblica e nella pratica clinica. Ecco allora una documentata rassegna sulla problematica delle resistenze batteriche (ESBL), un commento ai risultati preliminari dello studio MERINO e le informazioni dello start up dello studio prospettico del progetto INACTION. Sul fronte epatologico ReAd files affronta l’emergere dell’epatite E in Europa ed il suo impatto trasfusionale, con uno sguardo particolare all’Italia e alle possibili strategie di prevenzione. Infine, i risultati dello studio ANSWER che sollecitano un cambiamento radicale nell’uso dell’albumina nel paziente cirrotico.

Scarica il PDF

ReAd files N. 2 - 2018

Read files amplia ancor più i propri orizzonti. Nel 2011 l’estensione delle tematiche a comprendere le epatiti virali ha visto un momento importante di cambiamento per la nostra Rivista, nata nel 1999 per promuovere le conoscenze in campo HIV/AIDS: in questi ultimi anni abbiamo seguito il successo delle terapie eradicanti nei confronti di HCV, e dei trattamenti mirati al controllo clinico nell’HBV. Con la disponibilità delle nuove terapie, l’endemia dell’epatite virale si è ridimensionata e presto l’impegno medico futuro si sposterà sulle epatopatie avanzate e sulle loro complicanze, come l’epatocarcinoma. Ecco allora che, accanto alle tematiche virologiche tradizionali, proporremo anche aggiornamenti dedicati all’approccio clinico alla cirrosi e complicanze, alla diagnostica e terapia dell’epatocarcinoma. Sul versante HIV/AIDS, il 2018 è iniziato con l’apertura alle immunodeficienze iatrogene in pazienti con malattie autoimmuni o onco-ematologiche trattati con anticorpi monoclonali, e alla trattazione di argomenti di attualità infettivologica. In ambito epatite, sul nuovo numero 2 trovano spazio contributi sulla corretta terapia delle infezioni batteriche nel soggetto cirrotico e sul potenziale rigenerativo del fegato dopo resezione epatica. Accanto a questi, l’update sull’International Liver Congress di Parigi, la rassegna su significato clinico di genotipi e mutazioni di immune-escape di HBV, il contributo sulla riattivazione di HBV nei pazienti coinfetti HBV/HCV trattati con DAA contro HCV, e l’articolo sui fattori che portano all’eliminazione di HCV. I contributi per HIV riguardano il fenomeno dell’aumento dei soggetti che assumono sostanze per via endovenosa; la problematica del trattamento dei ceppi HIV multiresistenti; l’aggiornamento sulla meningite da Cryptococcus spp, frequente opportunista negli HIV+; la rubrica Hot topics in HIV affronta, infine, le complicanze infettive nei pazienti in terapia con farmaci che modificano il trafficking linfocitario.

Scarica il PDF

ReAd files N. 1 - 2018

Rinnovato nella grafica, il primo numero 2018 apre con il dato di una costante diminuzione delle nuove diagnosi di HIV e con un trend positivo dei nuovi casi di AIDS, elementi che stimolano ad incentivare le politiche di offerta del test per l’emersione del sommerso e per una diagnosi precoce dell’infezione, specialmente nelle persone provenienti dai paesi ad elevata viremia.
A fronte di un declino delle patologie opportuniste che caratterizzano l’AIDS, si amplia lo scenario delle immunodeficienze iatrogene in pazienti con malattie autoimmuni o onco-ematologiche trattati con anticorpi monoclonali: dalla condivisione di esperienze interdisciplinari, nella nuova rubrica dedicata Hot Topics, gli stimoli a una migliore gestione delle patologie e per l’innovazione in ambito infettivologico.
Puntuale il contributo sulle nuove Linee Guida HIV/AIDS e sulla nuova metodologia P.I.C.O. (Patient, Intervention, Comparison, Outcome) utilizzata, basata su quesiti clinici.
Di grande attualità il problema dei batteri emergenti multiresistenti, grave minaccia al controllo delle malattie infettive che evidenzia la necessità di migliorare l’allineamento tra i sistemi di sorveglianza umana e veterinaria seguendo un approccio One health.
Sul fronte epatologico prosegue l’incremento della terapia contro HCV, con l’avvio al trattamento di oltre 120 mila pazienti italiani ad inizio 2018, mentre all’orizzonte si delineano nuove strategie terapeutiche per il ritrattamento a fronte di fallimento terapeutico, come la tripla combinazione SOF/VEL/VOX.
L’efficacia e la sicurezza dei DAA viene confermata anche in concomitanza o in stretta associazione con la chemioterapia: il trattamento con agenti antivirali diretti permette di evitare il sottodosaggio o la sospensione delle terapie antineoplastiche.
All’aumento dell’efficacia terapeutica si accompagnano anche le innovazioni in ambito diagnostico con metodiche non invasive come l’elastografia splenica per la valutazione dell’ipertensione portale.
I nuovi protocolli terapeutici, semplici ed efficaci, suggeriscono inoltre una gestione decentralizzata dell’epatite C, in grado di accelerare l’esaurimento delle liste di attesa e ridurre i costi di gestione ospedaliera.
Proseguono infine gli sforzi per arrivare a una terapia definitiva per l’epatite B con nuove strategie terapeutiche indirizzate alla molecola del cccDNA virale nascosta nel nucleo dell’epatocita. La tecnologia CRISPR/Cas9, sistema difensivo dei batteri che permette loro di diventare immuni all’aggressione dei batteriofagi, appare una interessante e nuova prospettiva di cura per HBV.

Scarica il PDF

Richiedi gratuitamente la Rivista e la Newsletter
Contatta la redazione
×